Studio Monti S.r.l.

l’esperto risponde alle domande

Studio Monti - Centro Gestione Stabili | FAQ domande frequenti

Amministrazione di condominio, manutenzione condominiale, ripartizione spese tetto condominiale, sostituzione caldaia condominiale, disinfestazioni, pulizia scale, revoca, rumori molesti. In questa sezione lo Studio Amministrativo Monti - Centro Gestione Stabili risponde alle domande più frequenti sulle problematiche condominiali.
Potete consultare l'archivio cliccando su uno degli argomenti elencati oppure visitate la pagina dell'ESPERTO RISPONDE.

FAQ risposte alle domande frequenti

  • 14 Aprile 2021 | Integrazione su proprietà sottotetto
    Gentili signori nel mentre ringrazio per la tempestiva risposta mi rendo conto di NON aver posto chiaramente il quesito e preciso che: 1°- il condominio è stato costituito oltre 10 anni che da allora coesistono le tabelle predisposte dal venditore; 2° - gli 11 “sottotetti non abitabili” NON partecipano alla formazione dei millesimi ancorché assicurino ospitalità ad un numero di persone maggiore rispetto agli appartamenti simili ma privi di “s. non a.” 3° - recentemente 3 proprietari hanno provveduto ad accatastarli uno a seguito di una ispezione di un tecnico comunale e gli altri due, collocati sullo stesso fabbricato e piano, i quali, avendone il tempo, hanno provveduto preventivamene a chiuderne l’accesso con una parete poi rimossa. Ciò premesso A - indipendentemente dall’accatastamento c’è titolo per pretendere che gli 11 “s. non a.” siano conteggiati nei millesimi e se si con quale decorrenza. B - ove la risposta ad A fosse negativa, c’è titolo per pretendere che i 3 “s. non a.” siano conteggiati nei millesimi e se si con quale decorrenza. C - c’è titolo per pretendere che anche gli altri 8 proprietari dotati di “ s. non a.” provvedano all’accatastamento (è un obbligo coercibile?) ovvero, indipendentemente dall’accatastamento pretendere che le relative superfici ne facciano parte dal momento che il loro comportamento passivo si traduce in un arricchimento per loro e in un danno per gli altri.. Ringrazio e saluto

    Mi ripeto, se i sottotetti in questione sono indicati nei rispettivi rogiti di acquisto i millesimi generali di proprieta’ devono comprendere tali superfici. Qualora invece, come suppongo, nulla sia stato indicato nei rogiti, i condomini interessati si sono avvalsi delle indicazioni della giurisprudenza che indica il vuoto come volume di pertinenza dell’ultimo piano, sia chiaro che la pertinenza non significa proprieta’ ma diritto d’uso. Pertanto non vi puo’ essere in rogito ma un accastamento. L’accastamento avviene con una certa faciloneria. Certamente la richiesta di inserire detti volumi nei millesimi generali e’ legittima. Occorre pero’ pretendere dall’amministratore che non siano sommati i millesimi degli appartamenti con quelli derivati dai suddetti volumi, ma che vengano create una o piu’ righe, realtive alle singole quantificazioni millesimali, e poste a fine del tabulato di ogni rendiconto. Cosi’ facendo si evitano possibili contestazioni future, piu’ che giuste, se fatte entro i termini del diritto di usucapione.
    Spero che la mia risposta sia stata esauriente.

    Monti Rag Fausto