Studio Monti S.r.l.

l’esperto risponde alle domande

Studio Monti - Centro Gestione Stabili | FAQ domande frequenti

Amministrazione di condominio, manutenzione condominiale, ripartizione spese tetto condominiale, sostituzione caldaia condominiale, disinfestazioni, pulizia scale, revoca, rumori molesti. In questa sezione lo Studio Amministrativo Monti - Centro Gestione Stabili risponde alle domande più frequenti sulle problematiche condominiali.
Potete consultare l'archivio cliccando su uno degli argomenti elencati oppure visitate la pagina dell'ESPERTO RISPONDE.

FAQ risposte alle domande frequenti

  • 18 Febbraio 2022 | Atto di precetto condominio per spese gas riscaldamento 2017
    Esposizione dei fatti: Nell'argomento in oggetto, messo all'O.d.G. dell'ultima assemblea, il nuovo amministratore comunicava l'avvenuto pagamento della somma pretesa dalla società creditrice. L'assemblea ratificava all'unanimità l'avvenuto pagamento delle fatture datate 2017. Nel verbale viene precisato che la somma sarebbe stata ripartita tra i condomini in proporzione ai consumi registrati nell'esercizio riscaldamento 2016/2017. Premessa: Caso vuole che nell'anno 2017 le mie valvole di regolazione del calore siano andate in tilt mandando al massimo la contabilizzazione del calore con un importo di spesa pagato nell'anno molto alto rispetto agli altri condomini. Logicamente il problema ha riguardato me sola e sono stata disposta a pagarne le conseguenze. Risultato all'attualità: Ora però mi sono vista arrivare una ripartizione della spesa in base al consumo, relativa all'atto in oggetto, in cui alle fatture del 2017, pari ad un importo di € 3.027,00, si aggiungono le spese della procedura di ingiunzione e atto di precetto per € 1.028,81, per un totale di € 4.055,81. Mentre sono disposta a pagare in base al consumo la ripartizione delle fatture del 2017, relative alla spesa del gas per il riscaldamento, nonostante abbia già versato in quell'anno quasi 2.000 Euro, non sono altrettanto disposta a pagare con lo stesso criterio del consumo la ripartizione delle spese dovute alla all'ingiunzione e al conseguente precetto, di cui il precedente amministratore non ci ha mai messo a conoscenza. A mio avviso l'importo di € 1028,81 relativo alle spese del decreto ingiuntivo e conseguente atto di precetto dovrebbe essere ripartito tra i condomini in base ai rispettivi millesimi di riscaldamento.

    ritengo opportuno che l’amministratore paghi il costo del decreto ingiuntivo facendo il riparto utilizzando i millesimi di proprietà delle unità immobiliari riscaldate

    mentre l’importo delle fatture relative al consumo del gas dovrebbe essere ripartito in base ai consumi contabilizzati nel 2017 tenendo presente i costi diretti e i costi indiretti

    saluti

    Studio Monti