Studio Monti S.r.l.

l’esperto risponde alle domande

Studio Monti - Centro Gestione Stabili | FAQ domande frequenti

Amministrazione di condominio, manutenzione condominiale, ripartizione spese tetto condominiale, sostituzione caldaia condominiale, disinfestazioni, pulizia scale, revoca, rumori molesti. In questa sezione lo Studio Amministrativo Monti - Centro Gestione Stabili risponde alle domande più frequenti sulle problematiche condominiali.
Potete consultare l'archivio cliccando su uno degli argomenti elencati oppure visitate la pagina dell'ESPERTO RISPONDE.

FAQ risposte alle domande frequenti

  • 9 Giugno 2022 | decoro del condominio
    Il condominio dove risiede mia figlia sta procedendo ai lavori di ristrutturazione avvalendosi del 110%. E' stato modificato il regolamento che prevedeva la collocazione del motore di condizionamento sul pavimento del balcone perchè la modesta metratura di esso, resa ancora più esigua dal cappotto, renderebbe impossibile la fruizione della porzione di spazio in cui verrebbe posto il motore. Il medesimo non può essere sito sulla parete esterna perchè sconfinerebbe con altra proprietà. Detto regolamento è stato modificato in assemblea apponendo la generica dicitura " il motore deve essere posto in alto". Mia figlia nel mese di ottobre 2021 ha fatto installare sulla parte interna del proprio balcone una staffa che partendo dal basso si alza alla stessa altezza della balaustra e prosegue fino alla parete prospiciente, collocando il motore di lato, addossato alla parete. L'amministratore nell' assemblea ha indicato come migliore soluzione l'aggancio del motore al balcone del piano sovrastante, nonostante mia figlia avesse documentato il divieto di usare la proprietà altrui, non tenendo conto della proposta illustrata da mia figlia. I condomini presenti hanno votato a favore (senza essere edotti sugli svantaggi che ne possono conseguire (vibrazioni, problemi futuri di vendita dell'appartamento) e quindi hanno dato il consenso a che si facesse ciò nella loro proprietà. Mia figlia si è astenuta. Dopo alcuni scambi di lettere, l'amministratore pur riconoscendo i validi motivi espressi da mia figlia ,nel contempo ha detto che per ragioni di "uniformità" del decoro del palazzo, la medesima deve sostanzialmente rendere il suo motore invisibile e dunque a terra. Ora io penso che se si parla di "decoro della facciata principale" un motore agganciato al di sotto di un balcone, in posizione frontale, si veda molto più di uno posizionato lateralmente e di poco sporgente rispetto all'altezza di un balcone. Credo che il problema per l'amministratore sia di far sì che il Comune, qualora intendesse fare una verifica, accetti come "unica soluzione possibile" quella che lui porta avanti. Certamente, qualora permanesse la staffa nel balcone di mia figlia, ai tecnici comunali potrebbero sorgere dei dubbi e il Comune potrebbe ordinare la rimozione dei motori collocati sotto i balconi. La domanda che formulo è la seguente: Può l' amministratore vietare a mia figlia quanto su esposto, tenendo presente: la norma generica del regolamento ( il motore deve essere posto in alto), il divieto (anche se aggirato con l'assenso di alcuni proprietari) circa l'aggancio dei motori al balcone sovrastante e, infine, il diritto che parla di decoro dell'edificio e non di "uniformità" di un'azione che non rientra nella legge, ma costituisce eccezione, obbligando il proprietario che si è opposto a rendere invisibile il motore? ( il solo modo è situarlo sul pavimento del balcone, ma allora si torna al regolamento ante litteram ? )

    non può un regolamento di condominio regolamentare il posizionamento di un condizionatore. non può nemmeno stabilire di applicare il condizionatore di una proprietà nel balcone di altra proprietà. assemblea nulla.

    distinti saluti.