Studio Monti S.r.l.

faq – domande frequenti

Studio Monti - Centro Gestione Stabili | FAQ domande frequenti

Amministrazione di condominio, manutenzione condominiale, ripartizione spese tetto condominiale, sostituzione caldaia condominiale, disinfestazioni, pulizia scale, revoca, rumori molesti. In questa sezione lo Studio Amministrativo Monti - Centro Gestione Stabili risponde alle domande più frequenti sulle problematiche condominiali.
Potete consultare l'archivio cliccando su uno degli argomenti elencati oppure visitate la pagina dell'ESPERTO RISPONDE.

FAQ risposte alle domande frequenti

La proprietà del sottotetto e possibilità di acquisto

« Torna all’elenco delle domande frequenti

Buona sera sono proprietario di un appartamento all’ultimo piano, all’interno del rogito non è evidenziata la proprietà del sottotetto. Volevo sapere se io ho la possibilità di incorporare il sottotetto con il mio appartamento.

Ho esaminato il Suo rogito di acquisto del Suo appartamento ed effettivamente nulla si dice del sottotetto. Ho esaminato pure il Modello 6 (documento rilasciato al momento della costruzione dello stabile) nel quale sono evidenziate le parti comuni ed esclusive. Anche da detto documento nulla risulta in merito al sottotetto. Comunque si deve precisare quanto segue: Sino all’entrata in vigore della Riforma del condominio Giugno 2013, la Giurisprudenza considerava il sottotetto di pertinenza (non di proprietà) dell’appartamento sottostante. La riforma suddetta invece lo ha posto tra le parti comuni (Articolo 1117 del C.C.). Tuttavia occorre fare una distinzione e cioè, qualora il sottotetto sia un vano utilizzabile per gli usi comuni e con accesso attraverso una scala tradizionale, a questo punto il sottotetto rientra a pieno titolo fra le parti comuni. Se invece il sottotetto serve solo per la copertura dell’appartamento posto all’ultimo piano, viene considerato come pertinenza di quest’ultimo. Fatte le considerazioni di cui sopra, ritengo che senza ombra di alcun dubbio che Ella possa incorporare il sottotetto (ma non comprarlo in quanto non è accatastato e non menzionato nei rogiti). Quanto sopra dovrà passare attraverso il benestare del Comune ed una comunicazione ai condomini.