Studio Monti S.r.l.

faq – domande frequenti

Studio Monti - Centro Gestione Stabili | FAQ domande frequenti

Amministrazione di condominio, manutenzione condominiale, ripartizione spese tetto condominiale, sostituzione caldaia condominiale, disinfestazioni, pulizia scale, revoca, rumori molesti. In questa sezione lo Studio Amministrativo Monti - Centro Gestione Stabili risponde alle domande più frequenti sulle problematiche condominiali.
Potete consultare l'archivio cliccando su uno degli argomenti elencati oppure visitate la pagina dell'ESPERTO RISPONDE.

FAQ risposte alle domande frequenti

Terrazza a livello – Lastrico solare ad uso esclusivo.

« Torna all’elenco delle domande frequenti

Lo Studio Monti con l’inserimento nel proprio sito delle seguenti precisazioni intende fare chiarezza in via definitiva circa i dubbi che da troppi anni mettono i condomini nella incertezza di pagare somme richieste per la riparazione di terrazze a livello o lastrico solare ad uso esclusivo. Come prima cosa occorre precisare che se la terrazza a livello fa da copertura deve essere equiparata a tutti gli effetti ad un tetto.
Pertanto qualora non vi siano diverse indicazioni dal titolo di acquisto o da documenti catastali, tutti i condomini debbono partecipare alla spesa in funzione a quanto disposto dall’articolo 1126 del codice civile.
Si precisa ancora che la responsabilità dei danni causati dalle infiltrazioni di acqua sono da porsi a carico dell’amministratore quale custode del bene unitamente al proprietario del bene Come già pubblicato sul nostro sito occorre fare altra distinzione come segue: la ristrutturazione della terrazza a livello causa di rotture della guaina impermeabilizzante provocando pertanto infiltrazioni nella proprietari sottostante oppure la ristrutturazione della terrazza a livello potrebbe avvenire per un problema diverso, estetica, oppure ancora per la semplice volontà del proprietario della terrazza a livello: in questo caso non vi sono danni alla Nel primo caso il riparto della spesa dovrà avvenire sempre in funzione dell’articolo 1126 del codice civile e cioè un terzo a carico del proprietario della terrazza e i due terzi a carico dei restanti condomini Nel secondo caso il riparto della spesa che si andrà a sostenere dovrà porsi a carico sempre per un terzo al proprietario del bene e per i due terzi a carico soltanto dei proprietari posti nella verticalità della terrazza di cui trattasi perché in questo caso non vi è stata alcuna responsabilità del condominio o dell’amministratore.
Fatte le suddette precisazioni Si porta a conoscenza che lo studio da anni ha inserito tutte le sentenze della cassazione a sezioni unite che affermano quanto sopra chiarito.
All’uopo si trascrive quanto indicato dall’ultima sentenza della cassazione a sezioni unite
numero 9449 del 2016, di cui si ritiene opportuno inserire nel presente sito la parte principale
della sentenza stessa,come di seguito trascritto:
4.5. – Deve quindi affermarsi il seguente principio di diritto: «in tema di condominio negli edifici, allorquando l’uso del lastrico solare non sia comune a tutti i condomini, dei danni che derivino da infiltrazioni nell’appartamento sottostante rispondono sia il proprietario o l’usuario esclusivo del lastrico solare (o della terrazza a livello), in quanto custode del bene ai sensi dell’art. 2051 cod. civ.. sia il condominio, in quanto la funzione di copertura dell’intero edificio, o di parte di esso, propria del lastrico solare (o della terrazza a livello), ancorché di proprietà esclusiva o in uso esclusivo, impone
all’amministratore l’adozione dei controlli necessari alfa conservazione delle parti comuni (art. 1130. primo comma. n. cod. all’assemblea dei condomini di provvedere alle opere di manutenzione straordinaria (art. 1135. primo comma, ». 4. cod. civ.). Il concorso di tali responsabilità, salva la rigorosa prova contraria della riferibilità del danno all’uno o all’altro, va di regola stabilito secondo il criterio di imputazione previsto dall’art. 1126 cod. civ., il quale pone le spese di riparazione o di ricostruzione per un terzo a carico del proprietario o dell’usuario esclusivo del lastrico (o della terrazza) e per i restanti due terzi a carico del condominio».
Si informa ancora che per rendere più completa la ricerca per i condomini e qualsiasi altro
cliente che voglia consultare il nostro sito lo studio ha inscritto nel sito stesso la sentenza di cui
sopra integralmente.