Studio Monti S.r.l.

l’esperto risponde alle domande

Studio Monti – Centro Gestione Stabili | L’Esperto risponde

Lo Studio Monti – Centro Gestione Stabili, esperto in disciplina condominiale, risponde alle vostre domande. Il servizio è gratuito. Prima di sottoporre un quesito, consultare l’archivio delle FAQ – domande frequenti o eseguire una ricerca fra le domande già poste in questa pagina, attraverso la funzione ricerca (in alto, a destra). Per porre una nuova domanda è necessario compilare il modulo.

Domande e Risposte dell'Esperto

  • 2022-06-09 | Colonna scarico/braga
    A luglio 2021 presso la mia proprietà è stata rilevata una perdita sulla colonna di scarico con relativo bagnamento al piano sottostante. A fine lavori il vicino ha continuato a lamentare una macchia di umidità sul soffitto. La ditta il vicino non si sono mai accordati per un ulteriore intervento, avrebbero dovuto aprire il suo soffitto. Dopo un mese chiedendo all’amministratore ho fatto chiudere il mio intervento. A marzo 2022 il solito vicino ha fatto riaprire il sinistro, da videoispezione il danno sarebbe sulla braga che afferisce al mio appartamento. A detta dell’amministratore il lavoro è coperto da assicurazione condominiale. Per evitare un ulteriore intervento con ulteriore rottura nella mia proprietà posso pretendere che l’amministratore incarichi una ditta da me indicata, che se ci fosse fattibilità riparerebbe la braga con resina senza scasso. Ringraziando saluto cordialmente

    sicuramente lo può fare. ho dei dubbi sul risultato finale.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Compenso amministratore ecobonus
    Buongiorno chiedo gentilmente se il compenso da riconoscere all’amministratore per le pratiche da svolgere per intervento bonus 110% sia quantificabile con una percentuale oppure sia un compenso forfettario a discrezione dello stesso. Grazie

    occorre fare attenzione al compenso per la responsabilità dei lavori che non va confuso con le spese amministrative.

    di solito l’amministratore nel suo prezziario indica anche il costo dei costi amministrativi.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | i solai di una strutturra in c a. fanno parte comune conpreso il solaio del soffitto
    una canna fumaria di un caminetto che passa negli appartamennti privati sono leggittimi grazie

    sicuramente si qual’ora sia al’interno del muro.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Ripartizione spese energia elettrica in parti uguali
    Buongiorno, vivo in un condominio che ha sempre gestito le spese condominiali senza amministratore. Abbiamo solo il tunnel dei garage comune a 3 case diverse. Io ho sempre accettato per quieto vivere di pagare l’utenza facendo diviso 12 condomini. Ora però le sono aumentate e si aggiunge anche la rottura frequente del cancello comune o della fognatura e io chiedo che vengano applicate le tabelle millesimali. Io abito in un bilocale mentre gli altri hanno trilocali o quadrilocali. Da 1 anno abbiamo preso un amministratore regolare certificato e questo contrariamente all’art. 1123 ha adottato nuovamente il vecchio metodo per l’utenza elettrica. Secondo voi può farlo? Io ho fatto impugnazione ma il mio legale dice che forse il mio vecchio comportamento potrebbe compromettere l’impugnazione fatta. E’ possibile ?

    ella può esigere che tutte le spese siano ripartite in base all’art.1123 c.c..

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Cambio riparto spese
    Buongiorno, nell'ultima assemblea è stato deciso all'unanimità di consentire al condomino dell'ultimo piano di non pagare le spese della scala B che per "convenzione" non usa. Difatti usa effettivamente solo la scala A. L'appartamento però ha accesso su due scale e su due ascensori con pianerottolo dedicato. Io ero assente all'assemblea per motivi lavorativi. Mi domando se sia legale questa azione. Non è necessaria l'unanimità per questo genere di decisioni? Non doveva essere messo all'ordine del giorno? Esistono giaà delle sentenze su casi simili in cassazione? Spesa permettendo se ci fossero possibilità di vittoria impugnerei il verbale in mediazione. Un saluto cordiale e grazie in anticipo per il reply.

    trattasi di una decisione molto familiare.

    regge fino a che nessuno la contesta perché illegale.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Pulizia scale
    In un condominio con soffitta comune indivisa e potenzialmente utilizzabile da tutti i condomini, compreso il proprietario del negozio a piano terra, come viene suddivisa la spesa per la pulizia delle scale?

    il costo relativo alla polizia delle scale e parti comuni va divisa fra i condomini utilizzatori ma con i millesimi generali di proprietà.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Facciata condominio
    Dobbiamo ristrutturare le facciate del condominio che sono 4, di cui 1 di recente hanno costruito e quindi attaccata al nuovo edificio, per la ripartizione dei costi i due condomini a cui non viene effettuata la manutenzione a quella facciata, devono partecipare alle spese delle tre facciate o spetta pagare solo le 2 facciate. Grazie

    Buongiorno,

    se si tratta del medesimo condominio tutti i condomini dovranno partecipare.

    Distinti saluti,

    Studio Monti srl

  • 2022-06-09 | Sospetta sovrafatturazione
    Buongiorno, scrivo per avere una informazione se è possibile. Ho realizzato una sostituzione caldaia di un appartamento di 60mq e visto la fattura che riporta la somma di 6500 euro circa il mio tecnico mi dice che è un vero abuso il suo costo reale non supera i 2500 euro, a chi mi posso rivolgere per proteggermi da eventuali integolarita da parte della impresa installatrice ? A chi posso far verificare la pratica ? Grazie

    sarebbe stato opportuno che ella avesse a priori chiesto il preventivo analitico. ora ritengo sia troppo tardi. tuttavia può respingere la fattura con le opportune contestazione.

  • 2022-06-09 | Scelta del professionista per revisione millesimali ed indennità sopraelevazione
    Quando, per le mutate condizioni di una parte dell’edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari, è alterato per più di un quinto il valore proporzionale dell’unità immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il relativo costo è sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione. 1) Come effettuare questo calcolo, considerando un ente indipendente terrazzato rimasto invariato come superficie totale, ma variato da 6 mq coperti a 36 mq totali coperti ? 2) Nel caso di revisione dei millesimi può l'assemblea proporre preventivi di geometri di fiducia del condominio e non accettare preventivi di fiducia di chi ha dato origine alla variazione di superficie e dovrebbe farsi carico di tutto il costo relativo ? 3) Quale eventualmente potrebbe essere l'indennità di sopraelevazione considerando che vi è stato ampliamento (non vera e propria sopraelevazione), dato che i piani fuori terra erano e sono rimasti 5, ed il valore di immobili civili analoghi desunti dall'Agenzia del Territorio risulta pari a 1.050 €/mq ? Cordiali saluti

    sicuramente l’assemblea ha il potere di indicare il tecnico che vorrà. circa l’intenzione di sopraelevazione, è un problema molto spinoso che non trova d’accordo tutti i tecnici.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Delibera durante assemblea condominiale
    Buonasera vorrei sapere se un’assemblea di condomino relativa ad una sola palazzina di un comprensiorio con supercondominio può deliberare un divieto applicabile a tutto il supercomdominio. Nella fattispecie l’assemblea del mio palazzo ha deliberato il divieto di sosta nel giardino del compresorio ai cani (solo passaggio, no sosta). grazie

    direi delibera nulla perché trattasi di una limitazione alla persona.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | decoro del condominio
    Il condominio dove risiede mia figlia sta procedendo ai lavori di ristrutturazione avvalendosi del 110%. E' stato modificato il regolamento che prevedeva la collocazione del motore di condizionamento sul pavimento del balcone perchè la modesta metratura di esso, resa ancora più esigua dal cappotto, renderebbe impossibile la fruizione della porzione di spazio in cui verrebbe posto il motore. Il medesimo non può essere sito sulla parete esterna perchè sconfinerebbe con altra proprietà. Detto regolamento è stato modificato in assemblea apponendo la generica dicitura " il motore deve essere posto in alto". Mia figlia nel mese di ottobre 2021 ha fatto installare sulla parte interna del proprio balcone una staffa che partendo dal basso si alza alla stessa altezza della balaustra e prosegue fino alla parete prospiciente, collocando il motore di lato, addossato alla parete. L'amministratore nell' assemblea ha indicato come migliore soluzione l'aggancio del motore al balcone del piano sovrastante, nonostante mia figlia avesse documentato il divieto di usare la proprietà altrui, non tenendo conto della proposta illustrata da mia figlia. I condomini presenti hanno votato a favore (senza essere edotti sugli svantaggi che ne possono conseguire (vibrazioni, problemi futuri di vendita dell'appartamento) e quindi hanno dato il consenso a che si facesse ciò nella loro proprietà. Mia figlia si è astenuta. Dopo alcuni scambi di lettere, l'amministratore pur riconoscendo i validi motivi espressi da mia figlia ,nel contempo ha detto che per ragioni di "uniformità" del decoro del palazzo, la medesima deve sostanzialmente rendere il suo motore invisibile e dunque a terra. Ora io penso che se si parla di "decoro della facciata principale" un motore agganciato al di sotto di un balcone, in posizione frontale, si veda molto più di uno posizionato lateralmente e di poco sporgente rispetto all'altezza di un balcone. Credo che il problema per l'amministratore sia di far sì che il Comune, qualora intendesse fare una verifica, accetti come "unica soluzione possibile" quella che lui porta avanti. Certamente, qualora permanesse la staffa nel balcone di mia figlia, ai tecnici comunali potrebbero sorgere dei dubbi e il Comune potrebbe ordinare la rimozione dei motori collocati sotto i balconi. La domanda che formulo è la seguente: Può l' amministratore vietare a mia figlia quanto su esposto, tenendo presente: la norma generica del regolamento ( il motore deve essere posto in alto), il divieto (anche se aggirato con l'assenso di alcuni proprietari) circa l'aggancio dei motori al balcone sovrastante e, infine, il diritto che parla di decoro dell'edificio e non di "uniformità" di un'azione che non rientra nella legge, ma costituisce eccezione, obbligando il proprietario che si è opposto a rendere invisibile il motore? ( il solo modo è situarlo sul pavimento del balcone, ma allora si torna al regolamento ante litteram ? )

    non può un regolamento di condominio regolamentare il posizionamento di un condizionatore. non può nemmeno stabilire di applicare il condizionatore di una proprietà nel balcone di altra proprietà. assemblea nulla.

    distinti saluti.

  • 2022-06-09 | Mini ascensore con taglio scale condominio
    Buongiorno.Gradini sono di 97 e lo spazio in mezzo di 36 quindi abbiamo 230 cm a disposizione. Se gradini li facciamo da 75, lo spazio x ascensore diventa 80,diciamo che in lunghezza (lungo scala) possiamo avere un metro. Ascensore x abbattimento barriere ho qualche possibilita'? Saluti grazie

    le posso confermare che con cm. 230 è possibile mettere in opera un piccola ascensore debitamente omologato. certamente non è possibile ottenere l’abbattimento delle barriere.

  • 2022-06-09 | ripartizione spese impianto citofonico
    Buon giorno,abito in un condominio composto da 5 unità immobiliari tutte residenziali ma con valori millesimali molto diversi. Abbiamo deciso di sostituire il vecchio impianto citofonico con uno piu moderno digitale quindi senza la necessità di passaggio cavi e relative opere murarie. Non stiamo raggiungendo un accordo sulla ripartizione delle spese. Alcuni propongono la suddivisione secondo il numero di unità immobiliari. Altri, secondo i millesimi di proprietà per quanto riguarda le parti comuni, centralina e pulsantiera, mentre a ciascuno spetterà il costo dei propri citofoni. Quale è la corretta suddivisione? Grazie dell'attenzione.

    ritengo la cosa più saggia è quello di suddividere i costi in parti uguali essendo le parti interne quelle che potrebbero variare in base alla scelta del materiale.

  • 2022-06-09 | Installazione ascensore
    In data 14 febbraio c. a., la mia scala ha approvato l' installazione di un impianto elevatore. La spesa e' stata ripartita tra i condomini nell' arco temporale di 12 mesi. Alla vigilia del pagamento della terza rata, la ditta incaricata della messa in opera, ha comunicato all' amministratore, l' impossibilita' di poter eseguire i lavori, a causa degli aumenti dei costi, della mancata disponibilita' degli istituti di credito ad anticipare lo sconto in fattura pari al 50% a carico dello Stato, adducendo inoltre, la non avvenuta sottoscrizione del contratto. Vorrei sapere, se quest' ultima affermazione, non consenta alcuna richiesta di risarcimento in sede legale da parte dei condomini partecipanti. Inoltre, in caso di risposta affermativa, si possano confutare all' amministratore delle responsabilita'??

    ritengo che siate partiti male non rispettando le tempistiche e la documentazione necessaria.

    la responsabilità a mio avviso va ricercata nella superficialità della ditta.

    distinti saluti

  • 2022-06-09 | Condomino moroso e detrazioni fiscali Superbonus 110%
    Buongiorno, questa la mia domanda: "Nel caso del Bonus 110%, lo sconto fiscale è cancellato per il condomino che non paga le spese condominiali ordinarie e straordinarie anche se non legate alle spese del superbonus 110%, per esempio se non ha pagato le spese condominiali ordinarie come per esempio le spese per la pulizia delle scale, le spese per la manutenzione dell'ascensore ecc. Pagare tutte le spese condominiali è un vincolo per accedere al superbonus." Grazie

    non vedo il nesso fra le spese ordinarie e quelle straordinarie.

    distinti saluti